Search for content, post, videos

Fratelli Rossetti: nuovo flagship store apre a Milano

Un nuovo concept tra artigianalità, digitale ed innovazione

Fratelli Rossetti, giovedì 16 dicembre 2021, ha aperto le porte della nuova boutique Fratelli Rossetti, nella prestigiosa cornice della Galleria Vittorio Emanuele II di Milano. Lo spazio di Galleria si presenta in una veste totalmente nuova capace di combinare l’eleganza e la tradizione che contraddistinguono il marchio alla ricerca e all’innovazione, come l’inserimento di ledwall capaci di trasmettere dinamicità e immagini sempre diverse, oltre alla possibilità di poter visualizzare gli articoli dell’intera collezione. La nuova espansione del marchio quindi parte dalla propria casa, Milano.

Foto: Ufficio stampa

Fratelli Rossetti: la Boutique si espande

La Boutique aveva precedentemente vinto la seconda aggiudicazione per i locali finora in affitto alla Tim in Galleria Vittorio Emanuele II. Fratelli Rossetti ha aperto per la prima volta un negozio nello spazio più prestigioso della città. Il marchio di calzature, infatti, si è aggiudicato il secondo lotto della Tim, dopo che Armani, con un’asta al rialzo, ha vinto l’assegnazione dell’altra parte. Al termine della gara con asta pubblica, il brand si è aggiudicato, in via provvisoria, i 150 metri quadrati del secondo lotto. La Boutique, che occupa una superficie di circa 120mq, si affianca a quelle di via Montenapoleone e di corso Magenta e precede le nuove aperture negli aeroporti milanesi di Linate e Malpensa, previste per gennaio 2022. Un processo di espansione che parte da Milano e arriva fino in Brasile con due boutique a San Paolo e negli Emirati con un nuovo negozio nell’esclusivo Dubai Mall.

Leggi anche: Collezione Design: la nuova ala del Museo Tattile di Ancona

Gli interni sono curati dallo studio di architettura Architude, che ha sviluppato il nuovo concept partendo dall’artigianalità e dalla qualità del brand, dalla sartorialità e ricercatezza dei prodotti, dal sapiente uso di accostamenti di materiali differenti e allo stesso tempo unici. Le alte spalle portanti degli arredi in ferro nero si alternano a materiali più nobili come il vetro colato di Murano e il marmo giallo di Siena delle basi espositive che richiama i mosaici della Galleria. Gli arredi da centro, trasparenti e leggeri, lasciano protagonista il prodotto e risaltano la pavimentazione originale della Galleria, restaurata e restituita alla città, con la luce che dona luminosità ai marmi intarsiati e pone l’accento sul prodotto.

Foto: Ufficio stampa

La fascia bassa degli elementi espositivi è stata invece pensata come un’alternanza di elementi specchiati e di ledwall che creano dinamicità, conferendo all’ambiente una leggera stravaganza sempre sofisticata. I tappeti sono in seta e lana, tagliati come fossero le sartoriali lavorazioni della pelle delle calzature e in uno di essi un fuori scala annodato a mano del mocassino Brera crea un inaspettato punto di vista. Sedute in pelle e velluto dai toni caldi accolgono il cliente.

Foto: Ufficio stampa